logo Consorzio
Ingredienti:

1/2 kg di farina,

250 g di zucchero,

una manciata di semi di anice,

un bicchiere e mezzo di vino bianco,

mezzo bicchiere di olio.


Preparazione:

Sulla spianatoia setacciare a fontana la farina, fare un incavo nel centro, versarvi lo zucchero, il vino, l'olio e i semi di anice. Impastare.
La pasta deve risultare non troppo morbida. Dividerla in tanti tocchetti, formare dei cilindretti e unirli alle due estremità per formare delle ciambelline del diametro di circa 5cm.
Disporle quindi in una placca da forno già infarinata, spennellare con vino e zucchero e infornare a 180° per mezz'ora.
Il territorio del Parco confina nel versante orientale con la Regione Abruzzo, e comprende parte delle province di Roma e di Frosinone. Infatti, i Simbruini in quota sono uno snodo nevralgicoo alle porte della Capitale, dalla quale distano poche decine di km.
Il Parco offre una notevole varietà di itinerari entro i 7766 ettari di bosco (solo in parte ciociaro) le cui mete possono essere raggiunte a piedi, a cavallo e in bicicletta. Fiore all'occhiello del Parco è il "Sentiero Italia", il più grande itinerario di trekking del paese che attraversa integralmente i Simbruini.

Tra gli sport più praticati in quest'area vi segnaliamo: lo sci, sulle piste di Campo Staffi (in territorio di Filettino), la pesca sportiva in località Fiumata, la canoa lungo il corso dell'Aniene tra Trevi e Subiaco e l'equitazione nei numerosi maneggi della zona. Per i più arditi, le pareti rocciose di questi monti ben si prestano alla pratica del free-climbing.

www.simbruini.it/
La realizzazione della pista ciclabile Fiuggi-Stazione di Paliano nasce con l'obiettivo di valorizzare le risorse del territorio e sorge sul tracciato della vecchia ferrovia, Roma-Fiuggi, che fu costruita a partire dal 1912 dalla S.F.V. (Società Ferrovie Vicinali) e che assecondava nel suo percorso tutte le sinuosità del terreno per raggiungere il maggior numero di centri abitati.

Le vecchie stazioni, restaurate nella loro integrità strutturale, sono destinate ad attività legate al ciclismo, all’escursionismo, al turismo in generale, alla conoscenza delle bellezze naturali, all’artigianato, alla degustazione del vino, il Cesanese dell Piglio, e dell’Acqua di Fiuggi.

La pista si sviluppa per km 22,7 complessivi (tratto Fiuggi-Paliano), lungo i fianchi dei Monti Scalambra e Pila Rocca. L’altimetria va dai 606 m s.l.m. alla partenza a Fiuggi ai 270 all’arrivo alla stazione di Paliano, toccando il tetto di 706 m s.l.m. nel territorio di Acuto. Il tracciato della ferrovia presenta pendenze non elevate, solo in un caso fino al 6% e raggi minimi di curvatura di 45 m.

Per maggiori dettagli:

www.piste-ciclabili.com/itinerari/61-piglio-fiuggi
I territori del Cesanese, in particolare quello di Paliano, danno la possibilità di produrre un ottimo olio extravergine di oliva, ottenuto dalla coltivazione dell’antichissima Cultivar Rosciola, una qualità nobile di oliva da spremitura praticamente quasi estinta nel resto del centro Italia. L'olio si presenta leggermente velato – non essendo filtrato – e di colore giallo dorato con riflessi verdi; ha un profumo fruttato intenso e grande persistenza. Al gusto è armonico e fruttato con un piacevole retrogusto amaro-piccante.
L’Olio di Rosciola è utilizzato persino nella preparazione di un delizioso gelato!
Ci contraddistingue, da sempre,
l’attaccamento alla terra,
alle tradizioni, alla passione
di far uscire dai vigneti
un vino sempre migliore.
imagesgallery imagesgallery imagesgallery imagesgallery
logotondo

Iscriviti alla newsletter